Chiesa della Madonna della Neve

La chiesa della Madonna della Neve a Colà di Lazise, originariamente dedicata a San Giorgio Martire, venne edificata durante i X-XI sec. come cappella. Con lo sviluppo del paese divenne parrocchia fino a quando, a causa delle distruzioni provocate dalla calata dei Lanzichenecchi tra 1526 e 1530, la chiesa, visto che era situata all’esterno della cortina muraria del paese, fu abbandonata e la sede parrocchiale fu trasferita alla vicina chiesetta privata dedicata alla Vergine, situata all’interno del castello. Nel 1652, per la grande devozione dei fedeli e per alcune grazie che, si dice, la statua della Vergine posta in questa chiesa concesse a infermi e malati, l’edificio fu riedificata nelle forme attuali e dedicato alla Madonna della Neve. Tutt’ora a Colà si festeggia tutti gli anni l’antica sagra dedicata alla Madonna della Neve la prima settimana di agosto, con una messa solenne proprio in questa chiesa.
L’edificio si presenta con facciata a capanna, è composto da un’unica aula rettangolare ed è orientamento verso ovest. Sul lato sinistro un arco a tutto sesto accoglie l’altare della Passione, mentre sulla parete opposta è posto un dipinto murale raffigurante il “Compianto su Cristo morto”; ai lati dell’arco trionfale è raffigurata l’Annunciazione; nella lunetta della parete di fondo del presbiterio è dipinta la “Madonna della Neve”: i vari affreschi interni sono opera del pittore Casimiro Salvelli e risalgono alla metà del Novecento.